Partecipo dal 2015 alle attività della mia Assemblea di Zona, quella di Como Borghi, e in questi anni ho potuto apprezzare l’interesse per la cosa pubblica di molti abitanti del mio quartiere, la loro volontà di esprimere bisogni, problemi e necessità e di partecipare alla gestione degli eventi e delle strutture di interesse comune.

D’altra parte ho invece dovuto constatare la poca considerazione dei nostri suggerimenti da parte dell’Amministrazione Comunale, la macchinosità delle procedure burocratiche e la scarsa trasparenza delle decisioni e dei bilanci. Ritengo che i non professionisti della politica, in quanto cittadini, debbano sempre avere la possibilità di essere ascoltati e di intervenire, soprattutto quando sono i diretti interessati, e conoscono davvero bene la vita del loro quartiere e l’impatto che le decisioni della Giunta Comunale possono avere sulla loro vita di tutti i giorni.

I volontari che partecipano alle Assemblee di Zona e ne animano le discussioni sono comunque persone che dedicano il loro tempo al bene comune, con tanta voglia di darsi da fare, senza guardare a ideologie o a partiti, ma solo alla bontà delle idee e delle proposte da mettere in pratica, che vengono votate di volta in volta, in democrazia diretta. Il Comune è il referente fondamentale, ma nell’attuale Regolamento manca, ad esempio, un comitato dei Referenti delle diverse Assemblee di Zona cittadine, che potrebbe davvero rendere più incisiva ed efficace la loro azione.

Anche l’adesione da parte dei Comaschi alle Assemblee di Zona andrebbe incoraggiata e pubblicizzata, per permettere a questi importanti strumenti di democrazia partecipata di funzionare al meglio come intermediari tra il Comune ed i suoi abitanti, sempre più disillusi e sfiduciati.

Quando ho conosciuto Mario Landriscina ho visto in lui una persona sensibile e attenta, disponibile al dialogo e dotato dell’umiltà di chi vuole ascoltare per conoscere e confrontarsi, per capire meglio come e che cosa fare. Questo suo atteggiamento mi ha convinto a candidarmi nella sua Lista, come Consigliere Comunale, per proseguire nel mio impegno per una migliore amministrazione della mia città. Perché darsi da fare è bello, e Como merita che ci diamo tutti da fare.

 

Renato Bassani

Leave a Reply