Forza Italia ha presentato ieri ufficialmente in piazza Cavour la lista a sostegno di Mario Landriscina.

Trentadue i nomi tra cui diversi volti noti e alcune novità, tra cui due giovanissimi, tenuti a battesimo ieri dal coordinatore regionale Mariastella Gelmini e dal coordinatore provinciale Alessandro Fermi.

«Mario Landriscina – le parole di Gelmini – ha il compito di rianimare e rivitalizzare Como, di essere una guida sicura con le idee chiare e anche con il coraggio di cambiare le cose. Questi sono tempi di crisi in cui i bilanci dei Comuni sono risicati, ma proprio per queste ragioni si vede la capacità di chi amministra e Mario Landriscina lo farà con il voto dei cittadini di Como, con quella capacità di governo che ha dimostrato anche in un ambito delicato come quello del volontariato».

Presente in piazza anche il candidato sindaco Mario Landriscina che, proprio sul tema delle paratie, le ha definite «quello che sta per diventare un problema risolto». E ha aggiunto: «C’è voluto tanto impegno e tanta fatica. Non più di qualche giorno fa sono stato dal presidente Maroni per chiedere elementi sull’andamento dei lavori e ho avuto delle rassicurazioni importanti». Landriscina ha anche voluto sottolineare sul suo profilo Facebook la scelta di non rispondere agli attacchi di altri candidati («punture di spillo» li ha definiti) dicendo: «Agli amici che mi domandano perché mi ostini a non rispondere a certe punture di spillo, dico sempre che in casi come questi la risposta migliore è un sorriso. Lo penso sul serio. Vedete, personalmente ho sempre vissuto il mio impegno nei confronti del prossimo  con spirito di servizio e vivo con lo stesso atteggiamento questo nuovo ruolo di candidato sindaco della nostra città».

 

G. Ron.

 

Fonte: La Provincia, 30 aprile

Leave a Reply